La Nuova Bussola 04/11/2016

L’arrivo di richiedenti asilo sul nostro suolo sta assumendo aspetti incontrollabili: 158mila dall’inizio dell’anno, cui si aggiungono altri 300mila dal 2014. Il sistema sta collassando, infatti appena 26mila sono seguiti dallo Sprar, che garantisce un controllo. Il resto è affidato ai prefetti che sbottano: «Siamo un’agenzia immobiliare». Nel frattempo il Governo converte il sistema di protezione in una voce del Welfare State. Trasformando un’emergenza lucrosa per molti privati in un’attività pubblica di assistenzialismo permanente.
– IL GRANDE BLUFF DELL’ASILO POLITICO

ico-edit-gialla.jpg L’EDITORIALE
img-_anteditoriale-_clinton hillary.jpg cal-red.jpg Clinton-Trump, informazione a senso unico
di Robi Ronza
L’orientamento di sinistra se non di ultra-sinistra della massima parte dei corrispondenti dagli Stati Uniti dei maggiori giornali e telegiornali italiani fa sì che diventi molto difficile qui da noi capire come stia realmente andando la campagna per le elezioni presidenziali americane. I cui contenuti vale invece la pena conoscere, riguardano anche noi.

ico-focus.jpg FOCUS
img-_antfocus-_scuola gender_1.jpg call.jpg Educazione gay di massa. Lo vuole l’Unesco
di Tommaso Scandroglio
Un report dell’organismo Onu per la cultura, con la scusa della lotta all’omofobia e transfobia chiede che in tutte le scuole del mondo si imponga un’educazione gender sin dai primissimi anni. L’Italia si sta già adeguando: vanno in questo senso la legge sulle unioni civili e i ddl su cyberbullismo e omofobia.

Oggi parliamo di…
call-grey.jpg Obama non accoglie i rifugiati cristiani

di Stefano Magni
call-grey.jpg Chi è il generale Aoun, presidente cattolico del Libano

di Marco Respinti
call-grey.jpg Questo referendum s’ha da fare. Non deve slittare

di Ruben Razzante

Schegge di Vangelo
call.jpg Ansia e gioia

di Angelo Busetto
Io vi dico: così vi sarà gioia nel cielo per un solo peccatore che si converte, più che per novantanove giusti i quali non hanno bisogno di conversione. (Lc 15,1-10)

In evidenza
call.jpg Anche Kasper ammette: Lutero non fu « ecumenico »

di Francesco Agnoli

Nel recente libro dedicato all’iniziatore della riforma protestante, il cardinale Kasper pur tradendo la simpatia per l’ex monaco agostiniano, è costretto ad ammettere che aveva un linguaggio violento nei confronti dei papi e degli ebrei, e che la Riforma ebbe ragioni politiche.

Sinodo 2015
call.jpg Un vescovo contro le manipolazioni di Amoris laetitia
Gender Watch News

Publicités

Laisser un commentaire

Entrez vos coordonnées ci-dessous ou cliquez sur une icône pour vous connecter:

Logo WordPress.com

Vous commentez à l'aide de votre compte WordPress.com. Déconnexion / Changer )

Image Twitter

Vous commentez à l'aide de votre compte Twitter. Déconnexion / Changer )

Photo Facebook

Vous commentez à l'aide de votre compte Facebook. Déconnexion / Changer )

Photo Google+

Vous commentez à l'aide de votre compte Google+. Déconnexion / Changer )

Connexion à %s